I reparti produttivi contano numerose unità suddivise fra Torni Plurimandrino Automatici e Centri di tornitura a Controllo Numerico (CNC) e consentono di evadere piccole e medie serie con passaggio barra da 3 a 65 mm e fino a 100.000 pezzi al giorno a seconda della complessità delle lavorazioni. 

  • TORNITURA: lavorazione per asportazione di truciolo con utensili che si effettua col tornio: tornitura cilindrica esterna, conica, piana, o sfacciatura. La tornitura può anche consistere in una foratura, in un’alesatura, in una filettatura, in una sagomatura; alle volte, può essere una fresatura o una rettifica. 
  • FILETTATURA: lavorazione di superficie ad asportazione con cui si realizza una sporgenza elicoidale sul pezzo metallico (filettatura esterna) oppure un solco elicoidale (filettatura interna). 
  • FRESATURA: lavorazione per asportazione che consente di ottenere una vasta gamma di superfici, quali piani, scanalature, spallamenti, mediante l'azione di un utensile pluritagliente a geometria definita. 
  • RULLATURA: Operazione di ricalcatura avente come scopo il miglioramento della finitura superficiale oppure la realizzazione di una filettatura più resistente rispetto a quella ottenuta per tornitura, grazie ad un maggior incrudimento del materiale. 
  • CALIBRATURA: lavorazione che serve a ridurre più oggetti, generalmente cilindrici o sferici, allo stesso diametro. 
  • GODRONATURA: lavorazione di ricalcatura su superfici (detta anche zigrinatura), a solchi e rilievi, a quadratini e a piccole losanghe, che si pratica su monete metalliche, oppure su pezzi meccanici, come bottoni di regolazione, manici di manovelle e simili, per renderli scabri e più saldi sotto la stretta delle dita. 
  • POLIGONATURA: lavorazione per asportazione di truciolo con cui si ricavano piani paralleli, quadri o esagonali, esterni su leghe leggere. 
  • MARCATURA: lavorazione di siglatura del pezzo metallico mediante ricalcatura. 
  • BROCCIATURA: realizzazione di scanalature e dentature all’interno di fori presenti sul particolare di metallo da lavorare (brocciatura interna) o per sagomarne il profilo esterno (brocciatura esterna). Con tale operazione si lavorano fori quadrati, ellittici, esagonali, chiavette e profili anche molto complessi. 
  • FORATURA: lavorazione di superficie per asportazione di truciolo per eseguire un foro che può comprendere le seguenti fasi:  centratura (individuazione dell'asse del foro);  foratura;  allargatura (aumento del diametro del foro);  alesatura (operazione di finitura del foro). 
  • BARENATURA: lavorazione per asportazione di truciolo per aumentare un diametro venga aumentato ottenendo un'elevata finitura, sia di rugosità che di tolleranza. 
  • ALESATURA: operazione di finitura di un foro cilindrico con un utensile multitagliente. 
  • ZIGRINATURA: lavorazione di ricalcatura su superfici (detta anche godronatura), a solchi e rilievi, a quadratini e a piccole losanghe, che si pratica su monete metalliche, oppure su pezzi meccanici, come bottoni di regolazione, manici di manovelle e simili, per renderli scabri e più saldi sotto la stretta delle dita.